Prisma, il satellite dell’Agenzia spaziale italiana, in orbita anche grazie a Galileo, il simulatore spaziale di Angelantoni test technologies.
L’azienda di Massa Martana, del gruppo Angelantoni industrie, ha infatti realizzato la camera denominata “Galileo large thermal vacuum chamber”, con la quale sono stati fatti i test ambientali della strumentazione elettro-ottica iperspettrale del satellite. Prisma √® stato lanciato in orbita il 22 marzo dalla base spaziale europea di Kourou in Guyana francese. Grazie all’innovativa strumentazione elettro-ottica iperspettrale montata a bordo – spiega l’azienda umbra -, permetter√† di acquisire immagini della superficie terrestre contenenti informazioni sulla composizione chimico-fisica degli oggetti presenti nella scena osservata e quindi di fornire un contributo “unico” al monitoraggio dell’inquinamento e dei cambiamenti ambientali e alla gestione delle risorse naturali e delle emergenze.